0 00 5 minuti 2 anni 14

Dando uno sguardo sul web, ma in modo particolare sui social network, si può notare come un gran numero di filmati e video vengono realizzati sfruttando l’ausilio dei droni. Grazie all’evoluzione tecnologica, infatti, questi dispositivi sono in grado di garantire una qualità a livello di immagini e di inquadrature che ha ben pochi eguali.

Non è un caso, infatti, che i droni vengono usati anche da aziende e dai più disparati professionisti per lo svolgimento della propria attività lavorativa. Proprio per questo motivo, nel momento in cui si ha intenzione di acquistare un simile device, possono emergere dei dubbi su quale possa essere il modello migliore in base alle proprie esigenze. Proviamo a dare un’occhiata ai suggerimenti migliori da seguire per orientarsi in fase di scelta, tenendo conto di affidarsi a una piattaforma sicura e completa, come ad esempio Ollo Store.

La destinazione d’uso del drone

Ecco il primo aspetto che è necessario considerare prima di completare l’acquisto di un drone. Al momento, ogni drone di nuova generazione si caratterizza per avere in comune un alto livello di compattezza, ma anche le funzionalità di effettuare delle riprese video, di scattare delle foto, oltre ad avere altre funzioni del tutto automatiche.

Il primo passo è capire, quindi, che tipo di drone vi serve in base allo scopo per cui deve essere utilizzato. Ad esempio, sul mercato possiamo trovare dei droni giocattolo, che rappresentano una soluzione perfetta per volare all’interno di spazi chiusi, anche senza avere l’esigenza di scattare foto o registrare dei filmati. Altrimenti, si può pensare ai droni semi professionali: si tratta di una tipologia che è adeguata ad un impiego amatoriale, potendo trovare tantissimi modelli dalle più disparate caratteristiche. Infine, la terza categoria è rappresentata dai droni business o professionali, che vengono sviluppati e progettati appositamente per determinati obiettivi lavorativi.

I criteri da tenere in considerazione

Per poter orientare la propria scelta verso il modello più adeguato alle proprie necessità e preferenze, ecco che bisogna prima di tutto valutare le dimensioni e il peso ideali. Dal punto di vista del peso, i droni si possono classificare in tre categorie differenti, ovvero quelli che hanno un peso inferiore ai 300 grammi, quelli che pesano tra 300 grammi e 4 chilogrammi e, infine, quelli che pesano più di 4 chilogrammi.

Dal punto di vista delle dimensioni, invece, troviamo quattro categorie di riferimento. Si tratta dei micro droni, dei mini droni, dei droni medi e dei droni grandi. Nel primo caso, si arriva fino al massimo a 50 centimetri di lunghezza, nel secondo caso la lunghezza va da 50 cm a 2 metri, nel terzo caso si parla di droni lunghi più di 2 metri e, infine, nell’ultimo caso si tratta di droni che hanno dimensioni notevolmente maggiori, che vengono impiegati nello specifico per scopi militari.

Tra gli altri fattori che possono fare la differenza troviamo il livello di autonomia in volo. Infatti, buona parte dei droni per uso non professionale presenta un livello di autonomia che va da 10 fino a 31 minuti per ciascuna carica. Uno dei suggerimenti migliori da seguire è senz’altro quello di comprare un drone che può contare sulla presenza di una batteria sostituibile e dotato di un sistema di carica veloce. Attenzione, però, dal momento che una batteria che presenta un amperaggio più alto, nella maggior parte dei casi ha anche un peso altrettanto elevato. Quindi, non sempre è vero che i droni dotati di una batteria più potente sia in grado di rimanere in volo per più tempo. Occhio, infine, anche all’altezza e alla distanza massime che si ha necessità di raggiungere e che cambiano in relazione al tipo di trasmissione che viene usata tra il radiocomando e il drone.

L’articolo Come scegliere un drone: ecco i migliori consigli da seguire sembra essere il primo su Cellulare Magazine.

Cellulare Magazine Read More

Dicci la tua, scrivi il tuo commento: