0 00 3 minuti 1 anno 12

Da tempo si parla dei possibili punti di forza del Samsung Galaxy S23 e della scheda tecnica che toccheremo con mano tra circa tre mesi anche qui in Italia. Qualcomm ha presentato ufficialmente in settimanail chipset Snapdragon 8 Gen 2.

Dopo l’annuncio, il prossimo Galaxy S23 Ultra è apparso di nuovo nel benchmark online Geekbench. Più specificamente, la variante europea del Galaxy S23 Ultra con il numero di modello SM-S918B è apparsa nel browser di riferimento, a complemento della variante statunitense che è stata individuata su Geekbench il mese scorso. E proprio come le varianti per gli Stati Uniti, il modello europeo è alimentato dallo Snapdragon 8 Gen 2 prodotto da Qualcomm anziché da un chipset Exynos.

Samsung Galaxy S23

Cosa aspettarsi dal processore del Samsung Galaxy S23 in Italia

Il benchmark online rivela che il Galaxy S23 Ultra europeo testato oggi ha la stessa designazione della scheda madre, “kalama”, della variante statunitense, il che conferma virtualmente che il telefono arriverà sugli scaffali in Europa con il SoC Snapdragon 8 Gen 2. Altri dettagli rivelati dal benchmark includono 8 GB di RAM (anche se sono previste più opzioni RAM) e Android 13, che è praticamente un dato di fatto, considerando che Samsung sta già lanciando l’aggiornamento ai suoi flagship Galaxy S del 2022 e precedenti. Insomma, anche i Samsung Galaxy S23 in Italia potranno contare su Snapdragon.

Se ve lo state chiedendo, il Galaxy S23 Ultra ottiene rispettivamente 1.504 e 4.580 punti nei test single-core e multi-core. Tuttavia, non consigliamo di dare troppo peso a questi punteggi. Va da sé che questi risultati sono stati raggiunti su un Galaxy S23 Ultra pre-rilascio, il che significa che il telefono potrebbe ottenere punteggi di riferimento diversi, presumibilmente più alti, una volta che sarà pronto per essere lanciato sul mercato.

In effetti, la serie Galaxy S23 potrebbe persino essere alimentata da una versione altamente ottimizzata dello Snapdragon 8 Gen 2, forse con prestazioni migliori. Questa caratteristica potrebbe essere unica per le ammiraglie Samsung del 2023, il che potrebbe consentire all’azienda di dare davvero filo da torcere alla concorrenza.

Samsung potrebbe presentare il Galaxy S23 all’inizio di gennaio o la prima settimana di febbraio. I dettagli sulla disponibilità non sono ancora noti pubblicamente, ma l’ammiraglia dovrebbe arrivare sul mercato relativamente presto. Ad ogni modo, se la serie Galaxy S23 è alimentata esclusivamente da Qualcomm e sembra che lo sia, sarà interessante vedere cosa accadrà a Exynos.

Samsung potrebbe guadagnare tempo per sviluppare un nuovo e migliore chipset di punta Exynos per un uso futuro, oppure potrebbe abbassare le sue aspettative e utilizzare la linea Exynos per fornire ad altri produttori di smartphone SoC mobili per dispositivi di fascia media. Vedremo quali saranno gli altri plus del Samsung Galaxy S23 in Italia.

Geekissimo Read More

Dicci la tua, scrivi il tuo commento: