0 00 4 minuti 4 mesi 10

È l’obiettivo primario di tutte le intelligenze artificiali: quello di raggiungere una migliore comprensione del tipico linguaggio conversazionale. Ed è l’obiettivo di tutti i consumatori: non dover parlare a una macchina con frasi predefinite, magari con espressioni che non useremmo mai per rivolgersi a una persona. Il segreto del successo di qualsiasi prodotto che voglia basarsi sull’interazione vocale è infatti quello di non costringere l’utente a variare il proprio modo di esprimersi, restringendolo a una serie di frasi di routine, ma permettergli di parlare liberamente, magari utilizzando anche le classiche espressioni colloquiali, tipiche dell’ambito familiare.

Per questo, Amazon, ha ascoltato milioni di feedback degli utenti, che hanno aiutato lo sviluppo di un nuovo modello linguistico, che ha il compito di rendere l’interazione con tutti i dispositivi della casa meno “robotico” e più relazionale. E ieri, nel corso dell’evento americano in cui sono state presentate numerose novità hardware, il colosso delle vendite online ha anche spiegato come Alexa stia diventando sempre più intelligente, ampliando fra l’altro il ventaglio dei servizi offerto

E così, per chiedere ad Alexa di abbassare le tapparelle, oggi basta dire “Alexa, c’è troppa luce in questa stanza”. Oppure, se abbiamo appena aggiunto una luce nel soggiorno, sarà sufficiente chiedere all’assistente di accenderla, senza fare riferimento a pre-codifiche del tipo “luce 1” o “luce-2”.

A partire da quest’anno, inoltre, sarà possibile avviare una singola Routine in più modi. Ad esempio, per spegnere tutte le luci, chiudere le tapparelle e iniziare a riprodurre suoni per addormentarsi semplicemente dicendo “Alexa, buonanotte”, oppure impostando un orario specifico per l’avvio della routine.

Ancora: la possibilità di chiamare amici e membri della famiglia, cioè le cosiddette Top Connections, è una funzione di Alexa molto amata. Nel corso dell’anno sarà possibile aggiungere il widget Top Connections ai dispositivi Echo Show per visualizzare facilmente i contatti preferiti e i dispositivi utilizzati più frequentemente all’interno della famiglia. Inoltre, è possibile avviare rapidamente una chiamata o un drop-in con un solo tocco.

Nel corso dell’anno, sarà anche possibile aggiungere icone di accesso rapido alla parte superiore della schermata iniziale del dispositivo per rendere ancora più semplice l’accesso ai contenuti.

Molto utile anche la possibilità di tradurre in tempo reale le chiamate audio effettuate fra due dispositivi da persone che parlano idiomi differenti. Alexa supporta per ora 10 lingue.

Con Call Captioning, infine, è possibile vedere le didascalie delle chiamate Alexa in tempo quasi reale. Attivando la funzione, i dispositivi Alexa supportati visualizzeranno le didascalie per le chiamate Alexa, comprese quelle Drop In. È sufficiente attivarle sull’app Alexa o sui dispositivi Echo Show.

L’articolo Alexa: sempre più in linguaggio naturale l’interazione con l’assistente di Amazon sembra essere il primo su Cellulare Magazine.

Dicci la tua, scrivi il tuo commento: