• Sab. Feb 4th, 2023

Oktested.it

Informazione tecnologica, recensioni, unboxing, mondo iqos, svapo e risorse gratuite

Super costoso per Apple il processore dell’iPhone 14 Pro: tutte le cifre emerse – Geekissimo

Ci sono ulteriori informazioni che oggi 9 ottobre dobbiamo prendere in esame a proposito del nuovo iPhone 14 Pro e dei costi di produzione per Apple. A quanto pare, infatti, lo sforzo economico della mela morsicata è diventato molto più pesante rispetto a quanto registrato poco più di un anno fa con gli iPhone 13. Il nuovo chip A16 Bionic di Apple in iPhone 14 Pro e iPhone 14 Pro Max costa 110 dollari per la produzione, il che lo rende oltre 2,4 volte più costoso del chip A15 nei modelli iPhone 13 Pro rilasciati lo scorso anno, secondo un rapporto Nikkei Asia.

iPhone 14 Pro

Cosa sappiamo sul processore dei nuovi iPhone 14 Pro

Insomma, un valore aggiunto non di poco conto per chi intende portarsi a casa un iPhone 14 Pro nel corso dei prossimi mesi. Il costo più elevato dell’A16 è probabilmente dovuto in parte al chip prodotto sulla base del processo a 4 nm di TSMC, mentre l’A15 è un chip a 5 nm. I chip iPhone potrebbero continuare ad aumentare di prezzo mentre la miniaturizzazione continua, con voci che suggeriscono che il chip A17 nei modelli iPhone 15 Pro sarà basato sul processo a 3 nm di TSMC e un rapporto DigiTimes questa settimana afferma che TSMC inizierà la produzione in serie di chip a 2 nm nel 2025.

I risultati del benchmark Geekbench 5 indicano che il chip A16 offre prestazioni multi-core dal 15% al ​​17% più veloci rispetto al chip A15. Solo iPhone 14 Pro e iPhone 14 Pro Max sono dotati del chip A16, mentre iPhone 14 e iPhone 14 Plus hanno lo stesso chip A15 con una GPU a cinque core dei modelli iPhone 13 Pro.

In collaborazione con Fomalhaut Techno Solutions, una società di ricerca giapponese specializzata in reverse engineering e analisi della distinta base, Nikkei ha scoperto che i costi medi di produzione sono aumentati di circa il 20% su iPhone 14, iPhone 14 Pro e iPhone 14 Pro Max rispetto a i modelli equivalenti della generazione precedente.

Il rapporto afferma che, dato che Apple non ha aumentato i prezzi per i suoi ultimi modelli di iPhone negli Stati Uniti e in alcuni altri mercati, i costi di produzione più elevati significano che i margini di profitto dell’azienda si sono “probabilmente ridotti”, ma i prezzi sono aumentati in mercati chiave come il Regno Unito, Australia e Giappone in mezzo a un dollaro USA forte rispetto ad altre valute.

Staremo a vedere quali altri dettagli verranno a galla nel corso dei prossimi mesi sui costi di produzione dei tanto chiacchierati iPhone 14 Pro.

Geekissimo Read More

Lascia un commento

Generated by Feedzy